SUGGERIMENTI & CONSULENZE

STUDIANDO UN ATMOSFERA
LA COLLEZIONE ARJUMAND NASCE DOPO 25 ANNI DI LAVORO DI PITTRICE DECORATRICE, DI INTERIOR DECORATION E CONSULENZE PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE D’INTERNI.
SI ESEGUONO SU MISURA BOZZETTI E PROGETTI PER INTERNI COMBINANDO MURI DIPINTI E DECORATI A TESSUTI, UTILIZZANDO CIO’ CHE SI HA, RIMISCHIANDO, RINNOVANDO.

Microsoft Word - CARTA INTESTATA.docx

E’ da un quadro di Mondrian che nasce l ispirazione per i muri dipinti di questa stanza studio di un collezionista d arte .
Nonostante siano molto famosi, anche se spesso imitati e banalizzati, i quadri di Mondrian dimostrano una complessità che smentisce la loro apparente semplicità. I quadri non rappresentativi, per cui è conosciuto e che consistono in forme rettangolari di rosso, giallo, blu o nero, sono in effetti il risultato di un’evoluzione stilistica che avvenne nel corso di quasi trent’anni, per continuare oltre questo stesso punto fino alla fine della sua vita.

Non è stato infatti facile ispirarvisi: i muri sono stati divisi in modo regolare ed irregolare, tenendo conto di pesi e simmetrie, disegnati a matita e successivamente dipinti a mano. I colori usati sono i colori fondamentali: i gialli, i rossi e i blu.
il fondo è stato lasciato di colore naturale grigio freddo, creando pannelli chiari di rottura. Il nero è stato sostituito dal grigio.
Per le tende di questa bellissima stanza tessuto Embroidered Suzani Yellow, riprende i gialli dei muri, riscalda.
La seta tussah grazie al suo fondo irregolare si sposa bene con il sapore dei muri dipinti a calce.
Il disegno Embroidered Suzani Yellow è della collezione Russia.
Decorazioni ai muri: Alfonso Orombelli, Idarica Gazzoni, Claudia Viganò.

02gauharabegum9601

E’ Gauhara Begum, quattordicesima ed ultima figlia della principessa Arjumand, l’ispiratrice di questo disegno stampato su seta tussah.
(Per saperne di più: http://jahanarabegum.freeservers.com/)
La seta tussah filata e tessuta a mano in India su piccoli telai, ha la caratteristica di accogliere il colore di stampa in modo irregolare, come irregolare è il suo filato. Sembrano tessuti antichi i disegni stampati su tussah.
Questa grande stanza da letto è stata rivestita sui muri con Gauhara Begum, il letto con Zig Zag seta tussah e il copriletto con Pomegranate seta tussah.
Il melograno è simbolo di fertilità tipicamente ottomano, il disegno a zig zag tipicamente Moghol e il fiore di Gauhara Begum proviene da un ricamo di un piccolo asciugamano di harem.
I disegni sono della collezione Imperial.

03herringbonewarmarm960Il disegno Herringbone è d’ispirazione Moghol.
Geometrico ed irregolare.
Utilizzato in orizzontale diventa un disegno a righe, utilizzato in verticale, ricorda i vecchi tessuti ‘fiammati’.
Il disegno Herringbone è della collezione Imperial.

04japanbluedetail

E’ la ricerca spassionata per il color Indaco Blu che è all’origine di questo insieme di tessuti tutti d ispirazione Giapponese del XIX secolo. Sun Blue, Circles, Crossing, Flower Pale Blue e Polygonium.
Polygonium tinctorium la pianta officinale con la quale si tinge il tessuto di questo speciale Blu.
(Per saperne di più: http://www.wildcolours.co.uk/html/j_indigo_dye.html)
I disegni sono tutti della collezione Japan Blue.

05mumtazbloom9601

Soffitti dipinti a mano in queste stanze come un cielo stellato.
Mumtaz Mahal in persiano ممتاز محل, ovvero adorato ornamento del palazzo è il nome che prende Arjumand andando in sposa al Gran Mogol Shah Jahan.
E’ dall antico disegno ‘Cintamani’ che viene il disegno per Mumtaz Bloom. ‘Cintamani’ è un termine di origine sanscrita che significa ‘gioiello puro’, viene rappresentato da tre cerchi raggruppati secondo una struttura triangolare alternati a linee ondulate.
Questa forma avrebbe il potere di guarire dai mali e dai veleni, nettare di immortalità. Le vesti del Sultano ne erano ricoperte.

Decorazioni ai muri: Alfonso Orombelli, Idarica Gazzoni, Delfina Costa, Claudia Viganò.
Il disegno Mumtaz Bloom è della collezione Imperial.
Il disegno Sun Blue è della collezione Japan Blue.

06pomegranatewarm960

Una sala da pranzo dipinta a mano con pannelli in tessuto Pomegranate.
E’ il melograno l’ispiratore di questo disegno stilizzato, si ritiene che il melograno sia originario dell’Asia Sud e coltivato da tempi immemorabile nelle regioni caucasiche.
Diffuso dai Fenici, dai Greci e poi dagli Arabi, la pianta vive in zone semi desertiche, per il colore dei suoi numerosi semi di un rosso brillante, racchiusi in un involucro robusto, il frutto ha sempre colpito l’immaginazione umana per essere un prodigio prezioso della natura.
Il melograno è nella simbologia ebraica, simbolo di onestà e correttezza, dato che il suo frutto conterrebbe 613 semi, che come altrettante perle sono le 613 prescrizioni scritte nella Torah, (365 divieti e 248 obblighi) osservando le quali si ha certezza di tenere un comportamento saggio ed equo.
Il melograno è per i suoi numerosi semi è simbolo di produttività, ricchezza e fertilità.
Quando è acquistata una nuova casa è uso in Grecia mettere quale primo dono presso l’Iconostasi (altare domestico) della casa un frutto di melograno come simbolo di abbondanza, fertilità e buona fortuna.
Il melograno è anche presente nella decorazione religiosa cristiana, soprattutto per gli abiti e paramenti dei sacerdoti per le funzioni religiose.
Alcuni dipinti a tema religioso di Sandro Botticelli e Leonardo da Vinci, riprendono il tema del melograno o del suo frutto – si veda ad esempio la Madonna della melagrana del Botticelli. In molti dipinti è un Gesù bambino a tenere in mano un melograno. In questi casi è un simbolo anticipatore della passione. Per il colore del suo succo il melograno richiama infatti il sangue. Nell’iconografia cristiana diventerà quindi simbolo di martirio. Un martirio però fecondo, come il frutto pieno di semi.

Decorazioni ai muri: Alfonso Orombelli, Idarica Gazzoni, Maurizio Ligas.
Il disegno Pomegranate è della collezione Imperial.

07trisbloom960

Un salone affrescato à la façon di Antonio Basoli, pittore decoratore della fine del XVIII secolo, inizio XIX, esponente del neoclassicismo bolognese .
(Per saperne di più: http://it.wikipedia.org/wiki/Antonio_Basoli,  http://certosa.cineca.it/chiostro/persone.php?ID=481167,  http://www.youtube.com/watch?v=uPPL30ZfxF0)

Il disegno Tris Bloom utilizzato sul divano ha dimensioni più ridotte rispetto al Mumtaz Bloom, ma è lo stesso, proposto in colori più forti ed evidenti.
Decorazioni ai muri: Alfonso Orombelli, Idarica Gazzoni, Nicoletta Cesca.
Il disegno Tris Bloom è della collezione Imperial.

08tulipsway960

Un salone affrescato à la façon di Antonio Basoli, pittore decoratore della fine del XVIII secolo, inizio XIX, esponente del neoclassicismo bolognese .
(Per saperne di più: http://it.wikipedia.org/wiki/Antonio_Basolihttp://certosa.cineca.it/chiostro/persone.php?ID=481167,http://www.youtube.com/watch?v=uPPL30ZfxF0)

‘Stanza paese’ creata dal Basoli in onore dell entrata di Napoleone in Italia, rappresenta una grande tenda militare di un accampamento militare, dalla quale si intravede l’esterno .

Decorazioni ai muri: Alfonso Orombelli, Idarica Gazzoni, Nicoletta Cesca.
Il disegno Tulip Sway del divano e Suzani dei cuscini sono della collezione Imperial.