Living febbraio 15

1-      Come immagina la casa del 2015?
Trasparente di vetri e specchi e dipinta sui muri  come se i muri non esistessero . tridimensionale, senza spazio delimitato dai muri . atemporale , calda ed accogliente , profumata .
2-      Quali sono i pezzi di design su cui puntare? E i colori che non devono mancare?
tutti i ‘pezzi’ sono possibili sempre che in armonia di stile fra loro,
non è lo stile che crea lo stile (ex tutto liberty o tutto anni 40 ) ma è l armonia fra le forme ed i colori che crea l insieme .l’  insieme non particolarmente dato da un solo ‘regime’ stilistico ma l armonia fra le forme .
i colori tutti sono ammessi a parte i colori acidi , i colori violenti non composti , le associazioni nn complementari .
armonia credo sia complementarieta’ poliedrica.
3-      Come descriverebbe il suo stile? Quali sono i suoi riferimenti estetici?
non lo so
i riferimenti estetici ai quali mi sento piu vicina sono quelli del ‘Gipsy Van’ , l arte del vivere basica primordiale etnica istintiva seminomadica contadina ,etnica,  estetica , cura nel dettaglio , non solo stilistico ma artigiano , dove c è attenzione per il dettaglio dell ornato , frutto della cultura tramandata , dei simboli annessi a un tratto , dei colori della natura rappresentati nella vita domestica . dove il tutto non è solo bello ma ha un riferimento storico e culturale e simbolico e salvatico e ritmico che riflette il tempo\tradizioni  , popoli e culture , usanze e stili di vita , pensieri.
4-      Ci dà un consiglio pratico per i lettori? (es. non fate mi…, meglio evitare…)
fate tutto cio’ che vi fa sentire bene fra le mura della vostra casa , ognuno di noi ha il diritto di vivere circondato da cio che riflette il proprio stato d animo e la propria cultura estetica e riferimenti culturali ,sentimentali e sociali del proprio essere liberi da mode e da stilemmi preconfezionati .Mai buttare , recuperare mischiando .

living2blog livingblog